DETTAGLIO NEWS

Vanni Zanfini rieletto Presidente della Cooperativa di Garanzia Creditcomm

Comunicato stampa
13.05.2016

L’assemblea dei soci della Cooperativa di Garanzia Creditcomm, che fa riferimento alle Confesercenti Cesenate e Forlivese, ha rinnovato i propri organismi. Vanni Zanfini, che ricopre anche la carica di presidente della Confesercenti di Cesena, è stato confermato presidente della Creditcomm all’unanimità.
Nella stessa riunione sono stati eletti a far parte del Consiglio d’Amministrazione Mario Zecchini (vice presidente), Gabriele Fantini, Roberto Matteucci, Oriano Vaienti, Riccardo Vincenzi e Vittorio Ruffilli.
“Nonostante la congiuntura negativa – afferma Vanni Zanfini, presidente della Cooperativa di Garanzia Creditcomm - l’attività sociale della Cooperativa di Garanzia Creditcomm ha registrato nel 2015 gli stessi volumi di garanzie erogati nell’anno precedente, confermando la forte fiducia delle imprese e del sistema bancario nei confronti della nostra struttura”. I finanziamenti effettivamente erogati dalle banche, garantiti dalla Creditcomm, nell’esercizio 2015 ammontano a circa 36 milioni di euro.
“Visto il perdurare della crisi economica – continua Zanfini - si è comunque ottenuto anche nel 2015 un buon risultato che conferma ancora una volta il ruolo di rilievo che Creditcomm ha assunto in questi anni, grazie al supporto tecnico dei responsabili e del personale della Cooperativa, Walther Giorgi e Liviano Braschi, coadiuvati da Sabrina Benini, Lucia Bussi e Paolo Corzani”.
Complessivamente sono state istruite dagli uffici della Creditcomm 390 richieste di finanziamento con una garanzia rilasciata agli istituti di credito pari a circa 13 milioni di euro. Il numero dei soci è passato a 4971 unità contro i 4882 presenti nell’esercizio sociale precedente.
Ancora altalenante l’andamento degli investimenti, che conferma un maggior ricorso ai mutui per liquidità e consolidamento dei debiti a breve.
Questo a causa di una congiuntura economica ancora non giunta a termine, anche se nel corso del 2015 l’economia italiana è tornata a crescere, seppur modestamente (+0,8%) dopo un triennio di contrazione del PIL.
La domanda interna ha contribuito positivamente alla crescita sostenuta sia dai consumi delle famiglie, sia dagli investimenti fissi lordi.
Il tasso di disoccupazione è sceso all’11,5% mentre l’inflazione si è mantenuta su livelli molto bassi (0,1%).
Nel 2015 i prestiti totali alle imprese sono cresciuti del 13,6% rispetto al 2014 evidenziando comunque una contrazione dei dati di stock a causa del saldo negativo fra erogazioni ed estinzioni di periodo.
Dopo un lunghissimo periodo di crescita della dinamica delle sofferenze del sistema delle banche sui prestiti alle imprese, si è registrata una progressiva decelerazione dovuta principalmente ad operazioni di cessioni di crediti, usciti definitivamente dai bilanci delle banche.
I dati regionali evidenziano una crescita del PIL dell’1,2% sostenuto principalmente dalle provincie di Modena, Reggio Emilia, Parma e Bologna, mentre la provincia di Forlì-Cesena presenta una modesta crescita (+0,4%), molto al di sotto della media nazionale.
“In questo quadro, le prospettive per il 2016 – aggiunge Zanfini - appaiono ad oggi ancora incerte.
Se da un lato, infatti, l’importate volume di finanziamento intermediato dalla Cooperativa, testimonia il gradimento da parte delle imprese per la concessione di credito di maggior qualità e controllo, dall’altro appare preoccupante la ridotta propensione all’investimento, specialmente del piccolo commercio al dettaglio che in questa fase appare più penalizzato”. “Oggi la Cooperativa di Garanzia Creditcomm – conclude Vanni Zanfini - si conferma sempre di più un osservatorio privilegiato per comprendere l’andamento dell’economia nei settori del commercio e del turismo del nostro territorio; a questo supporto così importante per le imprese si è arrivati grazie ai contributi messi a disposizione da enti come la Camera di Commercio, la Regione, l’Amministrazione comunale di Cesena e all’attività di assistenza, servizi e tutela sindacale fornita alle aziende dalla Confesercenti”.